ULTIME NOTIZIE
#MILANODESIGNWEEK2018
...
17 - 22 APRILE 2018
...


MAGAZINE



Una volta inserita la mail dovrete digitare il codice di autenticazione e completare la richiesta di sottoscrizione.
Vi arrivera' una mail di conferma.
Se questa non vi arriva controllate le cartelle SPAM o reinserite la mail.
INFORMATIVA SULLA PRIVACY
INFORMATIVA SUI COOKIE


A.D.I.

LEGGI DI PIÙ

settembre 21, 2017

Cappellini e Haworth a Londra

In occasione di London Design Festival, Cappellini riapre lo showroom di St. John’s Street in condivisione con Haworth.

Un altro dual brand showroom dedicato al contract che segue le recenti aperture di Francoforte e Zurigo.

 

Questo spazio, denominato Cappellini Point, riconferma la volontà dell’azienda di essere punto di riferimento per architetti ed interior designer che si occupano di spazi e luoghi per la collettività.

 

L’immagine riprende la paletta di colori e i materiali che contraddistinguono i monomarca Cappellini in tutto il mondo.

Pavimento in legno naturale, pareti tinteggiate in color mastice opaco e, in alcuni punti, affrescate in un brillante blu ripreso dai dipinti del Tiepolo. Non manca qualche accenno di nero in qualche complemento fisso.

Un mix tra italianità e look contemporaneo e internazionale che da sempre contraddistingue il brand.

 

Per celebrare la riapertura di St. John’s Street, viene presentata la collezione di sedute Telo, disegnata da Sebastian Herkner.

 

Schermata 2017-09-21 alle 14.46.14 Schermata 2017-09-21 alle 14.46.09 Schermata 2017-09-21 alle 14.46.01 Schermata 2017-09-21 alle 14.45.26 Schermata 2017-09-21 alle 14.45.37

The post Cappellini e Haworth a Londra appeared first on Interni Magazine.



Tratto da: Interni Magazine

Orticolario 2017: date, programma e info della nona edizione della kermesse dedicata al giardino

Al via Orticolario 2017: date, programma e info della kermesse a Villa Erba

Manca pochissimo alla nuova edizione di Orticolario, la kermesse dedicata al giardino che si tiene come tradizione nella splendida ed affascinante Villa Erba a Cernobbio, sulle sponde del Lago di Como. Ecco allora date, programma e info di questa nona ed attesissima edizione.

“Librarsi, alleggerirsi, andare oltre. Oltre i confini del giardinaggio, oltre quei rami del lago di Como, oltre la Terra. Fino sulla luna, per guardare il nostro pianeta da lassù. Liberi di superare i confini della forma e dello spazio. Questo è il senso di Orticolario 2017: librarsi puntando alla luna” – con queste parole Moritz Mantero, fondatore e presidente di Orticolario, ha presentato la nona edizione della manifestazione. Come sempre, l’appuntamento è nella scenografica e Ottocentesca Villa Erba di Cernobbio, location mozzafiato sullo sponde del Lago di Como. Orticolario 2017 si terrà quindi dal 29 settembre sino all’1 ottobre e proporrà ancora una volta una kermesse dedicata al giardino e alla sua capacità di trasmettere emozioni.

Orticolario 2017 vuole inoltre essere un autentico omaggio alla natura attraverso una concezione evoluta di giardino: la kermesse offrirà quindi al visitatore un percorso sensoriale tra giardinaggio,botanica, paesaggio, arte e design. Titolo della nuova edizione – che ricordiamo sarà dal 29 settembre all’1 ottobre – sarà “Librarsi” mentre il tema principale sarà la Luna, ispiratrice di miti e leggende. Il fiore protagonista sarà invece la Fuchsia. Novità assoluta dell’anno sarà invece la possibilità di prendere parte ad Orticolario durante le ore serali: per celebrare la vita notturna del mondo vegetale e per vivere i giardini sotto altra luce, infatti, la kermesse sarà aperta sino a mezzanotte nei giorni di venerdì e sabato 29 e 30 settembre, con un calendario di iniziative ad hoc. Maggiori info su www.orticolario.it.



Tratto da: www.luxgallery.it

#ADI : Verona: il marmo e il vino


Alla 52a edizione di Marmomac, il salone internazionale veronese della pietra naturale, tTra le iniziative collegate con l’architettura e il design il ristorante Rosso Verona, in un’ambientazione a cura di ADI Veneto Trentino Alto Adige. Sono attesi al salone 67.000 operatori specializzati da più di 145 stati, con più di 1.650 aziende espositrici di cui il 64 per cento estere da 56 nazioni: in totale oltre 80.000 metri quadrati di aree espositive.


Leggi la notizia completa [QUI]

Nuovo Muji in via Torino a Milano

Muji Italia, guidata dal presidente Kenta Horiguchi e parte del Gruppo Ryohin Keikaku, continua il suo progetto di ampliamento sul mercato italiano con il rinnovamento dello store Muji di via Torino a Milano che, dopo dodici anni, lascia la sua storica sede per una location più vicina al centro città. Un nuovo spazio che promette di stupire con i suoi prodotti e servizi, oltre che con le tante novità attese nei prossimi anni.

Inaugurato nel novembre del 2005, lo store di Via Torino a Milano è stato il secondo negozio aperto in Italia e nella città meneghina, dopo quello di Corso Buenos Aires. Dopo anni di presenza al civico 51, il nuovo spazio al civico 22 porta con sé una ventata d’aria fresca e lo stile inconfondibile del Sol Levante. Tre piani, una superficie totale di 526.29 mq e un’offerta di 2.500 prodotti, lo rendono ora uno dei negozi di punta di una delle vie più frequentate per lo shopping milanese.

Uno spazio in cui potersi immergere completamente nella filosofia MUJI ma, che al tempo stesso, si rifà allo stile cosmopolita della città di Milano, con un’attenzione specifica al cliente, il quale può sperimentare in prima persona la qualità dei prodotti e usufruire di numerosi servizi di personalizzazione pensati per donargli un’esperienza in-store unica.

Schermata 2017-09-20 alle 17.48.21 Schermata 2017-09-20 alle 17.48.50 Schermata 2017-09-20 alle 17.49.31 Schermata 2017-09-20 alle 17.49.52 Schermata 2017-09-20 alle 17.50.04 Schermata 2017-09-20 alle 17.50.21 Schermata 2017-09-20 alle 17.50.41

The post Nuovo Muji in via Torino a Milano appeared first on Interni Magazine.



Tratto da: Interni Magazine

Pampshade Lamp fatta di pane

Il design si ispira al cibo sempre più frequentemente, basti ricordare per esempio la recente collezione di poltrone e divani che riproduce hamburger e hot dog. Oggi restiamo in tema e parliamo di pane, che però assume la forma di originalissime lampade.

La linea si chiama Pampshade, la firma l’artista giapponese Yukiko Morita che lancia la sua particolarissima collezione di lampade realizzate a mano con la forma di vero e proprio pane, come fosse appena uscito da un forno, fragrante e profumato.

Non ne ha riprodotto solo la forma, la designer ha effettivamente usato farina, sale e lievito per realizzare le sue incredibili lampade. Ma anche luci a led e batterie. Poi ha ricoperto tutto con uno strato di resina per proteggere il pane, che è pane a davvero, in modo che non si rovini e mantenga forma e colore per la sua nuova funzione di lampada.

Le forme disponibili sono in tutto sette e comprendono anche il classico filoncino e i tradizionali panini. La costruzione delle lampade è iniziata impastando. Poi, una volta completato ogni pane con circuiti elettrici e luci, s’è rivestito tutto con la resina protettiva.



Tratto da: www.designbuzz.it

Panoramic Pool

La torre, ultimata nel 2017, con 132 appartamenti, dei quali 116 avranno a disposizione ciascuno una piscina privata “luxury” di oltre 20 mq, posizionata su ogni terrazza con vista panoramica verso l’oceano. Inoltre sono state realizzate ulteriori quattro piscine: fronte mare la principale ed una vasca spa ed altre due piccole piscine spa verso la baia.

Ed è proprio Myrtha Pools a realizzare tutte le vasche dotate accessori per il benessere e relax: ampie scalinate per l’ingresso in acqua, panche e lettini idromassaggio, materassino softwalk sul fondo. Benessere e gradevolezza ai massimi livelli, dunque, per gli appartamenti impreziositi da piscine curate in ogni minimo dettaglio e realizzate con tecnologia Myrtha®.

Schermata 2017-09-14 alle 16.08.38 Schermata 2017-09-14 alle 16.08.46 Schermata 2017-09-14 alle 16.08.54 Schermata 2017-09-14 alle 16.09.04 Schermata 2017-09-14 alle 16.09.12

The post Panoramic Pool appeared first on Interni Magazine.



Tratto da: Interni Magazine

Cersaie 2017

Cersaie, la più grande e qualificata rassegna internazionale per i settori della ceramica e dell’arredobagno, si conferma con queste premesse l’appuntamento di riferimento mondiale del trade internazionale per conoscere le tendenze estetiche, tipologiche e tecnologiche, ma anche per essere il luogo di confronto fondamentale tra il mondo della produzione e quello della distribuzione.

 

Per la prima volta nella storia di Cersaie, è il noto designer Giulio Iacchetti a firmare l’allestimento dei padiglioni dedicati all’arredobagno durante la 35° edizione della manifestazione.

L’obiettivo è quello di caratterizzare fortemente gli spazi dedicati al settore dell’arredobagno, con una grafica orizzontale e verticale elegante e pulita: si tratta della copertura dei camminamenti con l’utilizzo di una moquette realizzata ad hoc e dell’allestimento delle pareti con un rivestimento glamour e accattivante.

 

Torna il programma culturale “costruire, abitare, pensare” che offre ai visitatori, durante i cinque giorni della manifestazione, un ricco calendario di appuntamenti con architetti e designer di fama provenienti da tutto il mondo: Elisa Valero Ramos, Sebastian Irarrázaval e Francis Kéré.

 

La luce sarà la protagonista della quarta edizione della mostra collettiva di Cersaie, Milleluci – Italian Style Concept, curata da Angelo Dall’Aglio e Davide Vercelli, che trae ispirazione dal varietà televisivo condotto da Mina e Raffaella Carrà nel 1974: un viaggio suggestivo e sensoriale tra atmosfere luminose che esaltano la materia, le superfici e il design dei prodotti di arredobagno, tra forme classiche e stili differenti.

 

Martedì 26 settembre alle ore 12, per i Cafè della Stampa, è in programma la conversazione Collisioni creative – dove nasce l’ispirazione? presso Interni Café http://www.internimagazine.it/?p=154867

 

Bologna Design Week (di cui Interni è media partner) e Cersaie rafforzano la collaborazione uniti in nome del design. BDW 2017 (dal 26 al 30 settembre), in sinergia con l’idea che il design crea tendenze anticipando “usi e costumi” del futuro, vedrà così il delinearsi in città di percorsi tematici, tra culture del progetto, fashion e food.

 

Cersaie_2016__0007 Cersaie_2016__0048 Cersaie_2016__0154 Schermata 2017-09-19 alle 16.22.12 1499157869-Milleleuci-foto-low Schermata 2017-09-19 alle 16.22.58 1499157837-Milleleuci-foto-low

The post Cersaie 2017 appeared first on Interni Magazine.



Tratto da: Interni Magazine

Minimale e luminoso

Lo studio di architettura Willem Benoit Interieur, assistito dall’azienda Houtwerk BV, ha rinnovato completamente un vecchio fabbricato di mattoni sul canale Prinsengracht di Amsterdam trasformandolo in un minimale e raffinato appartamento di 90 mq su due piani,.

Per contrapporre elementi contemporanei allo stile architettonico tradizionale è stato scelto HI-MACS®, materiale predominante nello spazio, che ha contribuito a pervadere gli spazi da una intensa e sorprendente luminosità.

 

L’appartamento si distingue per la spaziosità dei suoi ambienti e la luminosità conferita dalle grandi finestre, accentuate dalle finiture bianche di soffitti, pareti e arredi. A contrasto, i materiali già presenti nel progetto originale, come il ferro e il legno, che creano un interessante accostamento con la pietra acrilica di nuova generazione.

 

Amsterdam_02 Amsterdam_04 Amsterdam_05 Amsterdam_08 Amsterdam_18 Amsterdam_20

The post Minimale e luminoso appeared first on Interni Magazine.



Tratto da: Interni Magazine

10 anni Alma Design

Alma Design celebra i dieci anni di attività nel segno di un sostanziale rinnovamento, che allude a un assetto sempre più internazionale.

 

Un involucro in elegante tonalità antracite, ritmato da ampie aperture e da piani a differenti profondità, definisce il nuovo headquarter, a poca distanza dallo storico civico in cui l’azienda ha avviato la propria attività in provincia di Brescia.

Il progetto, di Mario Mazzer Architects, è ambizioso e innovativo: il piano terra è un open space destinato ad accogliere la sala espositiva dei best seller. Arricchito da una scala scultorea in metallo, è concepito come un percorso fluido che ripercorre le tappe più significative della storia del brand.

Al piano superiore, invece, sono dislocati gli uffici direzionali e le sale riunioni del team, tutto al femminile, che con passione condivide questo percorso nel design: Alessandra Marchina, la fondatrice, insieme alle figlie Francesca e Lorenza Mazzoleni.

 

I prodotti Alma Design coniugano infatti estetica, funzionalità ed ergonomia e dimostrano un attenzione particolare verso le nuove tecnologie per garantire elevate prestazioni, indispensabili soprattutto per gli spazi dell’Ho.Re.Ca. e per il terziario.

Una caratteristica che ne ha decreto un veloce successo di pubblico e la conseguente necessità di ampliare in modo sostanziale la rete commerciale. Il marchio Alma Design è diffuso e distribuito nei più importanti mercati di riferimento mondiali, grazie ai quali prosegue il positivo percorso di crescita.

 

Schermata 2017-09-15 a 10.04.43 Schermata 2017-09-15 alle 19.01.35 Schermata 2017-09-15 alle 19.01.05 Schermata 2017-09-15 alle 19.01.18 Schermata 2017-09-15 alle 19.01.26

The post 10 anni Alma Design appeared first on Interni Magazine.



Tratto da: Interni Magazine

Pannelli acustici FilzFelt

I pannelli acustici che insonorizzano gli ambienti non sono più da tempo affare limitato agli studi di registrazione, sono entrati di diritto nell’arredamento di casa e ambienti pubblici e si sono rifatti il look diventando elementi decorativi a pieno titolo.

Oggi parliamo dell’idea a tema di FilzFelt che lancia la sua nuova collezione di soluzioni isolanti capaci di assorbire i suoni. Il nuovo sistema proposto nella nuova collezione si chiama Scale, lo vedete in foto.

L’autunno è la stagione ideale per rinnovare la casa, renderla più confortevole e trasformarne l’aspetto anche con un solo dettaglio decorativo. E se fossero dei pannelli isolanti, indubbiamente utili ma anche così belli?

Scale è un sistema modulare realizzato con una particolare fibra derivata dal feltro di lana al 100% dunque di massima qualità. Si può scegliere inoltre tra una gamma di ben 63 colori, tutti combinabili tra lor per creare pattern originali e personalizzati, sempre tridimensionali, sia per rivestire l’intera parete che per rivestirne solo alcune porzioni.



Tratto da: www.designbuzz.it

settembre 20, 2017

Collage di Luca Galofaro

Una nuova tappa del percorso di antoniolupi che lega l’esperienza del design a quella dell’arte, creando un contesto di contaminazione che segna in modo importante la crescita del brand.

 

Il nuovo obiettivo porta a riflettere sulla rappresentazione, sulla città e sull’architettura attraverso immagini e disegni.

Iniziato con la mostra Sezione di paesaggio anonimo, che raccoglieva i disegni di Beniamino Servino http://www.internimagazine.it/news/agenda/beniamino-servino-e-antoniolupi-art-and-design/, il percorso continua e si articola con un programma di mostre ed eventi curati da Luca Galofaro, architetto, professore e curatore della prossima Biennale d’Architecture al Frac Centre di Orléans.

 

Lo showroom Pietra e Fuoco sarà trasformato in una vera e propria galleria d’arte nella quale le opere d’arte sono contestualizzate in un perfetto equilibrio spazio-temporale.

stthumb stthumb-3 stthumb-4

The post Collage di Luca Galofaro appeared first on Interni Magazine.



Tratto da: Interni Magazine