ULTIME NOTIZIE

novembre 07, 2016

The Quinquennial Tile Award


Tratto da: iInterni Magazine

Si affaccia su uno dei tratti di costa più suggestivi del Sud Africa il progetto vincitore del quarto The Quinquennial Tile Award, il premio internazionale ideato da Fincibec Group, dedicato a tutti coloro che realizzano opere di architettura e di design con i prodotti ceramici firmati Monocibec, Century e Naxos, le tre aziende del gruppo.

 

La villa Hesquin, realizzata a Wilderness Western Cape a fine 2015, è stata progettata dallo studio di architettura Bespoke design by Eddie da Silva.

Tratto stilistico del progetto sono le grandi superfici vetrate inserite in una struttura che, sebbene dominata dal colore nero, risulta leggera e luminosa.

Design minimale, asimmetria dei volumi, tetti piani e angoli retti connotano uno spazio ordinato nel quale spicca l’estrema cura per i dettagli. Un edificio funzionale e moderno, caratterizzato dall’utilizzo di materiali naturali.

 

Le superfici ceramiche sono state selezionate per la capacità di inserirsi armoniosamente e con coerenza stilistica nel progetto.

L’estetica effetto legno di Woodtime di Monocibec e quella che racchiude le texture di cemento e pietra di Proxima di Century, accomunate dal colore grigio indicato dal progettista come tema dominante per gli interni, hanno apportato il giusto tocco di calore e personalità negli ambienti.

Stiles di Steve Joubert, importatore di Fincibec, ha operato in sinergia con l’architetto e con il produttore ceramico.

 

È attualmente in corso la quinta edizione di The Quinquennial Tile Award.

Fino al 31 marzo 2018 è possibile iscrivere i progetti realizzati negli ambiti di intervento residenziale, pubblico e commercio/industria tra l’1/1/2013 e il 31/12/2017. Per le iscrizioni e il regolamento: www.tileaward.org.

 

Schermata 2016-11-03 a 16.27.55 Schermata 2016-11-03 a 16.28.18 Schermata 2016-11-03 a 16.28.01 Schermata 2016-11-03 a 16.28.07 Schermata 2016-11-03 a 16.28.13

The post The Quinquennial Tile Award appeared first on Interni Magazine.