ULTIME NOTIZIE

dicembre 13, 2016

Dalle bombe al museo: 1942-1959


Tratto da: iInterni Magazine

Tra il 1940 e il 1945, durante la seconda guerra mondiale, Torino fu sottoposta a una lunga serie di incursioni aeree e molte zone della città furono danneggiate dalle bombe. Anche l’edificio del 1880 che ospitava le collezioni della Galleria Civica d’Arte Moderna fu bombardato e parzialmente ridotto in macerie.

Dalle bombe al museo (a cura di Riccardo Passoni e Giorgina Bertolino, da un’idea di Carolyn Christov-Bakargiev), ripercorre l’itinerario di rinascita dell’arte moderna in Italia, all’uscita del ventennio di autoritarismo e isolamento fascista.

La storia della ricostruzione della Galleria d’Arte Moderna di Torino – progettata da Carlo Bassi (1923) e Goffredo Boschetti (1923-2013), durante la direzione di Vittorio Viale (1891-1977) – vale come esempio della più ampia ricostruzione che il nostro paese, con straordinaria vitalità ed energia, incomincia nel 1945 e realizza lungo i decenni successivi.

Oltre 60 opere esposte intercalate da 90 fotografie d’epoca e da un’ampia selezione di tavole e disegni d’architettura, lettere e documenti originali, per una mostra corale, che intreccia storia, arte, architettura, design.

image005 image007 image009 Schermata 2016-12-05 alle 11.52.52

The post Dalle bombe al museo: 1942-1959 appeared first on Interni Magazine.