ULTIME NOTIZIE

gennaio 24, 2017

Starbucks arriva a Milano: palme e banani per il restyling delle aiuole nella piazza meneghina

Starbucks Milano sponsorizza il nuovo look delle aiuole in Piazza Duomo: il restyling è esoticoNuovo look per le aiuole e per le parti verdi di Piazza Duomo a Milano grazie alla sponsorizzazione da parte di Starbucks Milano, il primo punto vendita italiano della celebre catena internazionale di caffetterie.

Il Comune di Milano annuncia, in un comunicato ufficiale, il cambio look per Piazza Duomo: la cura delle aiuole e degli alberi della celebre piazza meneghina verranno infatti affidati a Starbucks Milano, primo punto vendita italiano della celebre catena di caffetterie “all’americana”. Starbucks sarà quindi l’artefice del nuovo design di Piazza Duomo a Milano che, almeno stando a quanto affermato da Palazzo Marino, avrà un tocco del tutto esotico: gli spazi verdi della piazza verranno infatti ricoperti con banani, palme e fioriture alternate durante le stagioni, così da garantire sempre vivacità e colore. “Il progetto, che ha ricevuto il benestare della Soprintendenza, dimostra come queste forme di collaborazione tra pubblico e privato siano proficue nel trovare soluzioni che rendano più belle e curate le aree verdi della città. Le piante sempreverdi daranno un tocco esotico alla piazza, mentre gli alberi attualmente presenti verranno ripiantati in altre aree di Milano. Ringraziamo sia Starbucks che Konica Minolta Business Solutions Italia, lo sponsor che ha garantito cura e decoro all’area negli ultimi tre anni” ha sottolineato l’assessore al Verde, Pierfrancesco Maran.

Starbucks Milano affiderà il cambio look di Piazza Duomo all’architetto milanese Marco Bay, laureato presso il Politecnico di Milano e già autore del giardino per lo spazio museale dell’Hangar Bicocca e delle aree verdi per le sedi della Deutsche Bank in zona Bicocca nonché della “Serenissima” in via Turati. I lavori di restyling inizieranno già questa settimana in attesa dell’apertura della prima caffetteria Starbucks italiana.



Tratto da: www.luxgallery.it