ULTIME NOTIZIE

marzo 31, 2017

EVENTO: Aiap | FRANCO BUCCI, MASSIMO DOLCINI, GIANNI SASSI. Artigianato e cultura del progetto nella Pesaro degli anni '60-'90 | Un libro, una mostra

GIORNO DI INIZIO: 06 - 04 - 2017
GIORNO DI FINE: 06 - 04 - 2017
ORARI: 18:30 / 20:30
INDIRIZZO: via A. Ponchielli, 3, 20129 Milano
QUARTIERE: Loreto
CONTATTI: www.aiap.it / aiap@aiap.it
DESCRIZIONE:
Un libro, una mostra per raccontare insieme una piccola ma incisiva
storia della vita culturale italiana. Il primo è un volume, a cura di
Roberto Pieracini e Federica Facchini per le Edizioni Aiap, presentato
dall'autore e da Leonardo Sonnoli che insieme ripercorreranno le storie
intrecciate di tre attori: Franco Bucci, Massimo Dolcini, Gianni Sassi,
il cui incontro ha prodotto esperienze uniche e cortocircuiti teorici, e
di due scuole, l'Istituto d'arte Ferruccio Mengaroni di Pesaro e l'ISIA
di Urbino, dove si sono formati artisti, artigiani e i migliori grafici
italiani. La seconda una mostra di manifesti di Massimo Dolcini e Gianni
Sassi e dei "Piatti della poesia" realizzati da Franco Bucci e Gianni
Sassi per "Milano Poesia 1988" a tiratura limitata e numerata.


Giovedì, 6 aprile 2017 alle ore 18.30, presso la sede Aiap, in via A.
Ponchielli 3 a Milano, Leonardo Sonnoli e Roberto Pieracini presentano
il libro:
FRANCO BUCCI, MASSIMO DOLCINI, GIANNI SASSI.
Artigianato e cultura del progetto nella Pesaro degli anni '60—'90
A cura di Roberto Pieracini con Federica Facchini
Aiap Edizioni, Milano, 2017

Il volume, edito da Aiap, Associazione italiana design della
comunicazione visiva, racconta una piccola ma incisiva storia della vita
culturale italiana. Siamo a Pesaro, tra gli anni Sessanta e Novanta,
nella provincia che cresce sull'onda dell'economia dei distretti. Tre
attori – due pesaresi, Bucci e Dolcini e uno milanese, Sassi – si
incontrano e mettono in comune in modo diretto e coinvolgente, gli
universi paralleli e complementari di quanto hanno fatto per l'arte, la
comunicazione, il design e la grafica.
La storia inizia in due scuole, l'Istituto d'arte Ferruccio Mengaroni di
Pesaro e l'ISIA di Urbino. Nella prima si formano grandi artisti e colti
artigiani. Nella seconda troviamo, già dalle origini, come docenti e
allievi i migliori grafici italiani. Qui si sono formati Franco Bucci,
raffinato artigiano/artista che con la sua produzione di oggetti d'uso
portò alta qualità nel quotidiano e Massimo Dolcini, dirompente e
avvincente personaggio che fece della sua grafica, facile e colta, lo
strumento perfetto per parlare e coinvolgere i cittadini.
Negli anni Settanta l'incontro con Gianni Sassi, grafico, operatore
culturale, organizzatore di straordinari eventi, produce un
cortocircuito teorico ed esperienze uniche nella scena culturale
italiana.
Nella seconda parte il volume traccia una storia completa, con testi,
citazioni e interventi dei tre protagonisti. Oltre 400 immagini.

IN ESPOSIZIONE
In occasione della presentazione del volume FRANCO BUCCI, MASSIMO
DOLCINI, GIANNI SASSI. Artigianato e cultura del progetto nella Pesaro
degli anni '60—'90, sarà allestita una esposizione di manifesti di
Massimo Dolcini e Gianni Sassi e dei "Piatti della poesia" realizzati da
Franco Bucci e Gianni Sassi per "Milano Poesia 1988". Si tratta di una
vera e propria edizione di poesia, a tiratura limitata e numerata, in
cui il supporto alle parole non è più la carta ma un normale piatto in
ceramica. Parteciparono a questa operazione alcuni tra i più importanti
esponenti della letteratura, della musica e dell'arte d'avanguardia:
Nanni Balestrini, Juan Hidalgo, Walter Marchetti, Antonio Porta, John
Cage, Jean-Jacques Lebel, Luigi Ballerini con Eliseo Mattiacci e Adriano
Spatola.
L'esposizione rimarrà aperta fino al 20 aprile.

Roberto Pieracini
È nato a Pesaro nel 1942. Graphic designer, art director, manager della
comunicazione. Ha firmato progetti di "Corporate Image" di aziende come
Olivetti, Italtel, Smau. Roberto Pieracini è stato presidente dell'Aiap,
Associazione italiana design della comunicazione visiva (1991-1993). È
tra i promotori della prima Biennale della Grafica e della Carta del
Progetto Grafico.
Ha pubblicato Progetto d'Immagine, Nuova Italia, Roma 1990, volume in
cui raccoglie le sue esperienze in Olivetti.
Nel mondo della formazione è stato docente incaricato al Politecnico di
Milano, Facoltà di Design dal 2001 al 2005.
Dal 2005 è docente (Progettazione e Sistemi grafici, Comunicazione
d'Impresa) all'ISIA, Istituto Superiore Industrie Artistiche di Urbino.
Nel giugno 2007 è stato nominato Direttore di questo prestigioso
Istituto, incarico terminato nell'ottobre 2013. Ultimamente ha curato il
volume per il 50° anniversario della IFI, azienda pesarese di tecnologie
e arredi per locali pubblici ed è stato curatore della mostra "Oltre il
Territorio – Franco Bucci, Massimo Dolcini, Gianni Sassi". Pesaro, Musei
Civici, Palazzo Mosca, luglio – dicembre 2013.
Nel 2004 tutti i progetti, i manufatti e la documentazione relativa
vanno a costituire un Fondo presso l'Associazione Archivio Storico
Olivetti, Villa Cesana, Ivrea.

Federica Facchini
Nasce a Pesaro nel 1973. Laureata in Storia dell'arte contemporanea
all'Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, attualmente è docente di
Storia dell'arte contemporanea, Storia della fotografia e Storia del
disegno e della grafica all'Accademia di Belle Arti di Macerata. Dal
2003 opera nel settore culturale e museale: è stata catalogatrice
museale per la CEI e ha prestato la sua collaborazione scientifica ed
organizzativa per il progetto di realizzazione del Museo della Città per
il Comune di Urbino. Come free-lance si occupa dell'organizzazione e
della curatela di eventi espositivi, in particolare d'arte
contemporanea. È anche autrice di numerosi saggi per cataloghi di mostre
di rilevanza nazionale. Dal 2008 realizza servizi giornalistici per
quotidiani e testate dedicati all'arte. È iscritta all'Ordine dei
Giornalisti elenco pubblicisti.

Leonardo Sonnoli
Nato a Trieste nel 1962, è laureato presso l'Istituto Superiore di
Industrie Artistiche di Urbino. Dal 2000 è membro della Alliance
Graphique Internationale e Past President del gruppo italiano
(2003-2016). Ha insegnato presso la Facoltà di Design e Arti
dell'Università IUAV di Venezia, al RISD -Rhode Island School of Design-
e attualmente presso l'ISIA di Urbino. Tra i suoi progetti, che spaziano
dall'identità visiva alla comunicazione di eventi culturali alla
segnaletica e allestimento, si ricordano: l'identità visiva per la 50°
Biennale di Venezia; l'allestimento per una serie di mostre di
archeologia presso il Colosseo a Roma; una installazione tipografica a
Palazzo Grassi a Venezia; il progetto di identità visiva per la
Collezione Pinault a Palazzo Grassi a Venezia; la
collaborazione con il New York Times e la direzione artistica della
comunicazione dell'azienda Zanotta.

--