ULTIME NOTIZIE

agosto 28, 2017

Scrivania Ghostwriter

Una scrivania che si chiama Ghostwriter dice già molto del proprio carattere ma soprattutto rivela la sua capacità di scomparire, o quasi, adattandosi a spazi molto ridotti. Nasce come pezzo ultra-funzionale per chi ha bisogno di un angolo studio ma non può occupare molto spazio in un ambiente già piccolo.

L’idea è di Giacomo Moor che firma questo progetto estremamente funzionale ma anche molto bello dal punto di vista estetico con il suo piglio avveniristico e moderno che richiama però le forme di uno scrittoio d’altri tempi.

Si tratta di fatto di una scrivania a muro sospesa, ideale per un ufficio molto piccolo o per un angolo studio da ricavare in casa, magari nel living o addirittura in camera da letto, ovunque ci sia poco spazio.

La scrivania è molto flessibile perché consente di utilizzare un appoggio per scrivere ma anche di riporre documenti e altri accessori nei cassetti e funzionando all’occorrenza da scaffale. E tutto senza occupare alcuno spazio sul pavimento se non, al massimo, quello della sedia quando vi serve. Si completa poi con prese di corrente e ingressi usb, ormai indipensabili.



Tratto da: www.designbuzz.it