ULTIME NOTIZIE

novembre 23, 2017

ES Gallery a Londra

Una vetrina sul design di lusso: Elite Stone e la cava Calacatta Borghini hanno aperto l’esclusiva Es Gallery a Londra in Margaret Street 74, Fitzrovia.

Un progetto che unisce un’azienda luxury di trasformazione e progettazione ad una cava di marmi pregiatissimi, dando vita ad una location suggestiva in cui il marmo inventa un nuovo linguaggio per parlare di eleganza e di un abitare ultra-chic.

Un percorso d’ispirazione che si basa su una conoscenza approfondita dei materiali che si trasforma in design esclusivo, perché ogni marmo è unico e speciale, portavoce di uno stile ricercato e d’élite che coinvolge totalmente gli spazi, dall’area giorno alla zona notte, alla sala da bagno.

Protagonista ad ES Gallery è l’area Coral Black, raffinata interpretazione del living. Un’autentica opera d’arte in un connubio perfetto tra estetica accattivante e funzionalità.

Elite Stone propone nel proprio showroom anche alcuni arredi illuminanti. Ha infatti brevettato l’innovativo e sofisticato sistema E-light System, frutto di una ricerca di oltre dieci anni che si è concretizzata nell’unione tra pannelli stratificati sottili di marmo e onice con la trasparenza del vetro e la luminosità del led.

Arredi, cucine, ante, boiserie, porte e portoni d’ingresso sono così esaltati dall’armonia di marmi alleggeriti retroilluminati, creando un’atmosfera avvolgente e suggestiva.

Ogni creazione firmata Elite Stone è sartoriale ed esclusiva.

“È la prima volta nella storia del marmo che si apre uno showroom all’estero dedicato, non solo all’architetto, ma soprattutto al cliente finale, con prodotti finiti e nati da una continua ricerca e dal nostro know how aziendale” ha affermato Tetyana Kovalenko, CEO di Elite Stone.

 

Schermata 2017-11-20 alle 15.03.47 Schermata 2017-11-20 alle 15.04.08 Schermata 2017-11-20 alle 15.04.24 Schermata 2017-11-20 alle 15.04.40 Schermata 2017-11-20 alle 15.04.03 Schermata 2017-11-20 alle 15.04.33

The post ES Gallery a Londra appeared first on Interni Magazine.



Tratto da: Interni Magazine