ULTIME NOTIZIE

novembre 21, 2017

Le sedie per l’home office

Mediamente si trascorrono circa 8 ore al giorno seduti davanti a una scrivania. E allora perché viene spesso sottovalutata la scelta di una buona sedia da lavoro? Un mobile spesso trascurato, ma che al contrario è essenziale per prevenire dolori alla schiena, senza dimenticare che una corretta postura aumenta la produttività. Per questo motivo, è importante scegliere una seduta confortevole ed ergonomica.

La casa, complici i nuovi stili di vita, diventa sempre più ibrida e la necessità di dover creare un angolo dedicato al lavoro è ormai diventata un’esigenza diffusa. La sedia dovrà quindi unire funzionalità a estetica per mimetizzarsi con l’ambiente circostante. Come spiegano Edward Barber e Jay Osgerby, che firmano per Vitra la Pacific Chair: «Secondo noi la sedia da lavoro contemporanea è diventata una sorta di marchingegno un insieme di comandi e leve. Riuscire a ridurre al minimo l’impatto visivo di tali elementi è stato l’obiettivo centrale del nostro progetto. La nostra sedia è semplice da utilizzare ed esteticamente sobria».

Nella foto di apertura Duffy di Calligaris



Tratto da: design.repubblica.it/