ULTIME NOTIZIE

dicembre 07, 2017

Massimo Iosa Ghini, green digital: proiettori di luci, bacche e vischio

«Per me quest’anno il Natale sarà ”green digital”. Il clima confortante e rigenerante della natura sarà il tema per accogliere gli ospiti dall’ingresso alla tavola, in un’atmosfera di luce digitale scintillante. Concepirò la mia casa come un giardino continuo, allestita abbondantemente, dentro e fuori con piante invernali, a terra ed in vaso: l’agrifoglio, il vischio, l’abete ed il muschio, ma anche accenni rossi e bianchi con rigogliose ceste di stelle di Natale e bacche di biancospino. La natura, quindi, nella sua meravigliosa unicità e ricchezza, sarà vestita di luce scintillante con l’utilizzo di nuove tecnologie led, anch’esse di spirito green a basso consumo, ma di forte appeal contemporaneo, quasi virtuale, magico. Per esempio in alternativa alle classiche decorazioni e luci su filo, utilizzerò dei proiettori di luce puntinata per decorare il giardino, la facciata di casa e l’interno. A luce led saranno anche le lampade che distribuirò in tutta la casa per creare calde luci d’accento, come in vetro lucido, la Cannettata di De Majo per il salotto e le Spore di Leucos per la tavola della sala da pranzo , la Leva in legno , anch’essa prodotta da Leucos, per allestire la mensola del camino, le My New Flames di Ingo a centro tavola».



Tratto da: design.repubblica.it/