ADI

Contaminazioni che arrivano da Oriente caratterizzano questo Maison&Objet, l’evento parigino che svela gli ultimi trend per arredare e decorare casa.
L’appuntamento è dal 19 fino al 23 gennaio presso il Parc des expositions Paris Nord Villepinte.
Nelle tre macroaree della fiera  – maison, objet e influences – ci sono tutte le novità dedicate all’abitare: mobili, accessori per la tavola, tessuti e fragranze.
Pattern e trame tropicali continuano a vestire, come nel 2017, gli ambienti domestici. Timidamente si fanno largo tra le proposte anche nuove nuance di colore: protagonista è l’Ultra Violet, scelto da Pantone come tonalità del 2018.

Il tema di questa edizione di Maison&Objet è Show-room. Vincent Grégoire dell’agenzia Nelly Rodi mette in scena spazi e vetrine interattive che spingono i visitatori a riflettere su un argomento molto attuale: «non è più il prodotto che fa il consumatore, ma è il consumatore che fa il prodotto». Attraverso le tecnologie digitali infatti chi compra ha accesso ad ogni tipo di informazione sulla merce, può confrontare i prezzi e ha anche la possibilità di esprimere un proprio commento e condividerlo con gli altri.

In occasione della fiera parigina si parlerà molto anche di made in Italy grazie ai Rising Talent Awards, che vedono ogni anno protagonista una nazione diversa impegnata nel presentare i suoi giovani talenti. A ricevere però il riconoscimento di Designer of the Year è la danese Cecilie Manz.

Nella foto d’apertura un’ambientazione Cappellini che a Parigi presenta Cappellini Goes Barocco: l’abitare ricco di dettagli decorativi e stilistici tipici del periodo Barocco



Tratto da: design.repubblica.it/

Nessun commento:

Posta un commento

ISCRIVITI