ADI

Con un nome così l’ispirazione di questa collezione si intuisce immediatamente e non ci si sbaglia: si chiama Alquimia, la firma il collettivo Ewe Studio e si ispira al fuoco utilizzato dagli alchimisti per modificare la natura di diversi materiali.

Della collezione fanno parte lampade, naturalmente, ma anche altri complementi d’arredo che sembrano scatutire dalla lava e dal fuoco. Non c’è pezzo che possa dirsi poco originale o incapace di attirare sguardi e curiosità.

Il pezzo forte è indubbiamente il tavolo da pranzo Humo, grande e solido, in acciaio brunito e un unico blocco di marmo messicano Orizaba da 300 chili a fare da controparte al sostegno in metallo. Per il ripiano si è scelta la quercia bianca scurita a mano. Il risultato è incredibile.

Lo stesso legno è stato scelto per la struttura della sedia Ceniza con tre gambe e uno schienale che sembra un tridente. Per assemblarla è stata utilizzata l’antica tecnica nota come Espiga Vista. La seduta è rivestita in pelle.

E le luci? Sembrano lava viva e ogni elemento è modellato a mano proprio utilizzando la pietra vulcanica che insieme al vetro ambrato e alla fonte luminosa interna ricordano la viva essenza del fuoco. Le lampade si possono usare a soffitto, a parete o da terra.



Tratto da: www.designbuzz.it

Nessun commento:

Posta un commento

ISCRIVITI