ADI

FREESPACE A VENEZIA


7 Marzo 2017
La Biennale di Venezia - 16. Mostra Internazionale di Architettura
Venezia (Giardini e Arsenale), 26 maggio – 25 novembre 2018

Sarà aperta al pubblico da sabato 26 maggio a domenica 25 novembre 2018, ai Giardini e all’Arsenale, la 16. Mostra Internazionale di Architettura dal titolo Freespace, a cura di Yvonne Farrell e Shelley McNamara, organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta.

Questa edizione pone al centro dell’attenzione la questione dello spazio, della qualità dello spazio, dello spazio libero e gratuito. Con grande chiarezza si indica il parametro di riferimento fondamentale.

La Mostra include 71 partecipanti, ai quali saranno affiancati quelli raccolti in due sezioni speciali: la prima, con 16 partecipanti, si intitola “Close Encounter, meetings with remarkable projects” e presenterà lavori che nascono da una riflessione su progetti noti del passato; la seconda, con 13 partecipanti, dal titolo “The Practice of Teaching”, raccoglierà lavori sviluppati nell’ambito dell’insegnamento.

“La volontà di creare Freespace può risultare in modo specifico come caratteristica propria di singoli progetti. Ma space, free space, public space possono anche rivelare la presenza o l’assenza in genere dell’architettura, se intendiamo come architettura il pensiero applicato allo spazio nel quale viviamo e abitiamo.

E la Mostra ci darà esempi, insegnamenti e motivi di discussione. E noi siamo grati a Farrell e McNamara per avere accettato il nostro invito e per la loro coraggiosa scelta che arricchisce con un anello importante la catena delle Mostre tenute in questi anni”, ha spiegato Paolo Baratta.

“Abbiamo affrontato questa Mostra in qualità di architetti. Abbiamo considerato gli edifici esistenti come siti specifici, come nostro contesto. Il progetto della Mostra vuole rivelare le qualità delle Corderie e del Padiglione Centrale.
La dimensione eroica delle Corderie con la struttura ripetitiva in mattoni e la sua luce mutevole contrasta con la qualità luminosa della luce zenitale nel Padiglione Centrale. Abbiamo elevato la sensibilità a queste atmosfere contrastanti all’interno dei due edifici e la nostra strategia curatoriale ne è stata nutrita e arricchita.
Nel trovare risposta a queste qualità, abbiamo apprezzato l’effetto che ha avuto sulle nostre scelte e sul collocamento dei partecipanti”, hanno raccontato le due curatrici, Yvonne Farrell e Shelley McNamara.

The post Freespace a Venezia appeared first on Interni Magazine.



Tratto da: Interni Magazine

Nessun commento:

Posta un commento

ISCRIVITI