ADI

Rietveld è stato il cuore pulsante del design degli anni Venti e Trenta e Cassina, 90 anni dopo, riprende l’idea della sedia Beugelstoel nata proprio nel 1930. La rivisitazione di un pezzo storico del design non è nuova nel mondo dell’arredo ma in qualche caso il risultato è più efficace che in altri.

Accade anche con la Beugelstoel di Cassina che rende omaggio al grande pezzo di design d’altri tempi e lo rivisita in chiave contemporanea proponendone una versione moderna e interessante con diversi aggiornamenti.

La nuova sedia è più sottile e leggera e si serve di una struttura tubolare di soli 15 millimetri in luogo dei 18 originali. Questo consente una maggiore flessibilità del materiale, senza incidere sulla robustezza, dunque la possibilità di creare linee più ergonomiche.

Ciò è possibile grazie anche alle tecnologie 3D che permettono di studiare a computer le forme più adatte, sia per quel che riguarda l’estetica che considerando le problematiche ergonomiche. In questo modo la sedia è anche più comoda oltre che bellissima.

La struttura di sostegno è composta da due elementi tubolari che sorreggono una seduta di legno modellato secondo la curva originale ma con un occhio più moderno che vira verso il design contemporaneo, aggiornando la visione creativa di un secolo fa.

La sedia, con il suo carattere originale ma versatile, saprà abbinarsi ad ogni ambiente grazie a geometrie precise e leggere, una linea moderna ed essenziale e diversi colori e finiture disponibili che consentono di scegliere le combinazioni più adatte a sé e alla propria casa.



Tratto da: www.designbuzz.it

Nessun commento:

Posta un commento

ISCRIVITI