ADI

Domani e domenica torna la quarta edizione dell’evento motociclistico dedicato a cafe racer, scrambler, special e classiche all’insegna di uno spirito sempre più internazionale. L’appuntamento è fissato per domani, sabato 19, e domenica 20 maggio al leggendario Autodromo di Monza. Giunto alla sua quarta edizione, l’evento “The Reunion” torna in pista con tante novità.

Prima fra tutte il suo spirito sempre più internazionale grazie alle rafforzate partnership con Sultans of Sprint – il più prestigioso e affascinante campionato europeo di accelerazione per moto vintage – e con Glemseck 101 e Cafe Racer Festival, i più importanti eventi di settore a livello internazionale. Protagonisti indiscussi i top customizer italiani come Custom Creations, Dino Romano Motodalcuore, Greaser Garage, Moto Sumisura, Mr. Martini, Officine 08, Officine Rossopuro, Officine Sbrannetti, OMT Garage, Plan B Motorcycles, South Garage, Totti Motori, Unique Cycle Work; affiancati dai loro alter ego internazionali come Fred Krugger (Belgio), Lucky Cat Garage e FRC Original (Francia), Radical Guzzi, Mellow Motorcycles, Krautmotors e Schlachtwerk (Germania), VTR Custom (Svizzera) e XTR Pepo (Spagna). L’edizione di quest’anno ha visto un incremento del numero di case motociclistiche partecipanti: hanno confermato infatti la loro presenza BMW Motorrad, Harley-Davidson, Scrambler Ducati e Yamaha; cui si sono aggiunte Indian, Kawasaki, Moto Guzzi e Italian Volt.

The Reunion Moto 2018 all’autodromo di Monza

La Zenith Sprint Race vedrà gli amanti dell’alta velocità sfidarsi sull’ottavo di miglio secondo le seguenti categorie: Cafe Racer (Glemseck Standard), Sprint Xtreme, Domenica Sportyva, vol. 2 – in collaborazione con la rivista Chop and Roll, 1/8 Mile of Europe – in partnership con Glemseck 101. “The Reunion” ospiterà inoltre la prima tappa del Sultans of Sprint, il più appassionante e divertente campionato europeo di sprint race comprendente due classi, la Freak e la Factory – dedicata alle case motociclistiche. Chi ama far “mangiare la polvere” potrà unirsi a Marco Belli e la sua Di Traverso School per partecipare alla Elf Dirt Race, una sfida in un ovale di flat track riservata alle motociclette con ruote tassellate scrambler, non specialistiche e inappropriate. Non mancheranno momenti più leggeri e divertenti: “The Reunion” ospiterà infatti una tappa di Mosquito’s Way, la pazza corsa riservata ai cinquantini ideata da Piero Pelù, DJ Ringo e Giovanni Di Pillo. Quest’ultimo dichiara: “Abituato alle grandi velocità in tutte le sue forme, mai avrei pensato di appassionarmi ai cinquantini, gli stessi ciclomotori con cui molti dei bikers come me hanno iniziato la loro avventura sulle due ruote. È stato impossibile resistere alla travolgente passione per questi mezzi di Piero Pelù, inventore della Mosquito, entusiasticamente condivisa da Ringo. Quest’anno ci mescoleremo per la prima volta fra ‘i duri’ appassionati delle Special e Cafe racer. ‘The Reunion’ sarà per noi puro divertimento”.

Le case motociclistiche protagoniste

  • BMW presenterà la sua gamma Heritage 2018 con gamma R nineT al completo, proponendo così un nuovo format espositivo “Heritage Loft” che per l’occasione diventerà il “motorhome” di alcune delle più spettacolari moto BMW che parteciperanno alla Sultans of Sprint.
  • Harley-Davidson sarà presente con lo stand Dark Custom che ben rappresenta il mood del brand americano. Oltre a modelli accessoriati attingendo alle oltre 10.000 parti disponibili a catalogo, Harley-Davidson farà tappa a The Reunion con il “Freedom on Tour”. Vivrete l’Harley Experience provando la gamma 2018 passando dal nuovissimo Sportster Iron 1200 agli acclamati Touring. Immancabili i nuovi modelli Softail che tanto successo stanno riscuotendo tra il pubblico. Il concessionario Harley-Davidson Monza sarà presente come sempre e gestirà sul posto le prenotazioni. Porta la patente di guida e se non hai casco, giacca e guanti te li forniamo noi.
  • Kawasaki esporrà le nuovissime Z900RS e Z900RS CAFE, due modelli modern classic, esponenti di un Giappone contemporaneo ma dalle tradizioni indissolubili. Il loro design distintivo è un’esaltazione delle loro origini, di quella Kawasaki Z1 900 Super Four del 1972 che stravolse, all’uscita sul mercato, i canoni delle moto di grossa cilindrata.

 



Tratto da: www.luxgallery.it

Nessun commento:

Posta un commento

ISCRIVITI