ADI

Il nome Skydro gioca con il termine cielo e il termine acqua perché in effetti questa lampada ricorda ambedue le cose. Si tratta di lampade a soffitto che ricordano gocce d’acqua sospese in aria. Originalissime, le vogliamo subito.

L’idea è essenziale nell’esecuzione ma al tempo stesso anche molto accattivante perché non si può certo dire che passi inosservata. Al contrario. Le linee organiche e asimmetriche, quasi mobili, creano un dinamismo che cattura subito l’occhio.

Le forme ovoidali in metallo costituiscono il modulo base della lampada che si compone di diversi elementi combinati insieme a creare estensioni più o meno ampie, sempre e comunque capaci di farsi notare.

Il progetto è di Ross Lovegrove che ha voluto evocare l’idea dell’acqua e del cielo ma anche dare al risultato un certo potere ultraterreno, quasi magico. D’altronde l’acqua che fluttua nell’aria non è proprio cosa che si veda tutti i giorni. Non a occhio nudo, almeno. E non sembra anche qualcosa che rimanda alle stelle?

I diffusori sono realizzati in alluminio con finitura a specchio e struttura di sostegno in acciaio. Le fonti luminose sono a led. Ogni unità si può assemblare alle altre creando possibilità virtualmente infinite e adattando la soluzione ad ambienti molto diversi, secondo le esigenze specifiche.



Tratto da: www.designbuzz.it

Nessun commento:

Posta un commento

ISCRIVITI