ADI

Preparatevi a vederlo ovunque: il Living Coral è stato eletto da Pantone colore dell’anno 2019. Quali sono i segni particolari? “È una tonalità corallo piena di vitalità con un accenno dorato che infonde energia e ravviva con delicatezza”, scrive l’istituto americano specializzato in classificazione e catalogazione delle tinte. All’apparenza è allegro e fa subito venire voglia d’estate, ma in realtà è stato scelto perché cela due tematiche più profonde. Evoca una dimensione di ottimismo, calore, affetto e invita a fare esperienze autentiche, vuole essere quindi una risposta alla disumanizzazione di questa era digitale con i social media sempre più parte integrante della nostra quotidianità. Non solo. Il nome stesso riporta in primo piano l’attenzione verso le problematiche delle risorse naturali in pericolo: «È un momento così delicato per l’ambiente, dove i cambiamenti climatici stanno sbiancando le barriere coralline cancellando i loro arcobaleni», ha spiegato Laurie Pressman vice presidente di Pantone Color Institute.

Se nel mondo beauty rossetti, blush e smalti corallo sono da sempre un must e sulle passerelle questa proposta cromatica non è mai andata in pensione, come si abbina il Living Coral allo stile della casa? Lo stesso istituto afferma che “è legato alla tattilità” per cui un’idea vincente è di impiegarlo “in tappeti, coperte e fodere soffici e invitanti per creare una sensazione di calore, conforto e protezione nelle nostre abitazioni”.

Interessanti consigli arrivano anche dai professionisti di Houzz, la piattaforma online specializzata in arredamento, progettazione e ristrutturazione. «Il corallo sta benissimo col bianco fresco, coi grigi tenui e con una piccola dose di nero, insieme ai legni più chiari, ma è particolarmente interessante se abbinato coi blu chiari e i viola sporchi», dice Sonia Simpfendorfer di Nexus Design, azienda di consulenza australiana specializzata nel colore.
E gli errori da non fare? L’interior designer Irina Krasheninnikova ne sconsiglia l’uso nelle camere dei più piccoli. «Non lo userei per i muri nella nursery, perché potrebbe stimolare eccessivamente il bambino. I più piccoli sono spesso molto emotivi e una tale abbondanza di colori vivaci può risultare troppo eccitante». Inoltre secondo l’interior giapponese Mayumi Amimura dobbiamo stare attenti quando lo abbiniamo con il rosso e l’arancione: «Anche se si amano i colori caldi, un uso eccessivo potrebbe potenziare l’effetto e compromettere l’atmosfera rilassante».

Se avete paura di sbagliare date prima un’occhiata agli abbinamenti studiati dal Pantone Color Institute, qui trovate delle utili palette che suggeriscono quali sono le tinte migliori da combinare al Living Coral.

Nella foto di apertura la collezione firmata India Mahdavi per Bisazza Bagno.

Leggi anche:
Color of the year 2015, Marsala
Color of the year 2016, SerenityRose Quartz
Color of the year 2017, Greenery
Color of the year 2018, Ultra Violet



Tratto da: design.repubblica.it/

Nessun commento:

Posta un commento

ISCRIVITI