ADI

Fino al 2012 c’era un mercato dei fiori, adesso quello stesso immobile avrà una seconda vita e ospiterà un hotel. Stiamo parlando del nuovo albergo che sorgerà entro la fine del 2019 a Bologna di fronte al parco agroalimentare Fico Eataly World. Sviluppato su una superficie di oltre 11mila metri quadrati, ospiterà circa 200 camere, meeting e conference room, area colazioni e caffetteria, reception, uffici, tre piscine, fitness center e spa.

Questa struttura a 4 stelle superior, che avrà il marchio Starhotels, si caratterizza soprattutto per la sua filosofia green tradotta in buone pratiche e scelte intelligenti mirate alla lotta agli sprechi energetici, come spiega Massimo Iosa Ghini che con il suo studio firma il progetto dell’Hotel Eco«Siamo stati molto attenti all’uso dei materiali e delle tecnologie. Abbiamo previsto di fare grande uso del legno, utilizzeremo materiali ecologici certificati. Dal punto di vista delle tecnologie, l’hotel sorge accanto a un campo fotovoltaico, e abbiamo progettato un sistema geotermico estremamente virtuoso per climatizzazione e acqua calda». 

Sempre in un’ottica di ecosostenibilità e di zero consumo del territorio, l’edificio esistente non verrà abbattuto. «Abbiamo lavorato sul mantenimento di quanto più possibile delle strutture che era possibile recuperare», racconta Iosa Ghini, «Per trasformare in un hotel uno spazio essenzialmente industriale abbiamo creato una serie di “isole” all’interno di questo grande spazio. Vi saranno aree interne, cortili vetrati, da cui la luce entrerà in maniera omogenea e su cui si affacceranno camere di dimensioni diverse».



Tratto da: design.repubblica.it/

Nessun commento:

Posta un commento

ISCRIVITI