ADI

L’estate è in pieno corso, le nostre città sono in fiamme, le case roventi e non ci sono condizionatori d’aria che tengano. Ma ci sono tanti modi per mantenere la casa fresca in estate attuando strategie furbe.

Che le nostre dimore siano o no climatizzate possiamo comunque adottare alcuni accorgimenti che ci permettono di controllare le temperature interne in modo che gli ambienti siano il più possibile piacevoli e non veri e propri forni in forma di stanze.

Per cominciare materiali e tecniche di costruzione fanno la loro parte. I pavimenti di ceramica, in luogo del pur bellissimo parquet, sono già un vantaggio. Lo è anche vivere al piano terra, dove il sole arriva per una parte del giorno ridotta rispetto ai piani alti.

Il sistema migliore per mantrenere fresca la casa è scegliere il pavimento radiante con funzione refrigerante. In caso non si possa contare su questa meraviglia della tecnica, l’aria condizionata è la soluzione più semplice, alla portata di tutti e già presente in molte case. Ma bisogna farne un buon uso per ottenere il massimo dell’efficienza senza influire sulla salute. Un’idea per dormire al fresco senza il condizionatore puntato addosso è quella di usarlo nella stanza a fianco e tenere la porta aperta.

Il ventilatore da soffitto ha un’aria decisamente più retro e in certi ambienti può essere anche una scelta estetica affascinante. È una buona alternativa al condizionatore senza averne gli svantaggi. Certo che quando il caldo si fa violento, non fa che spostare aria rovente e la situazione non migliora granché.

Le tende da sole esterne sono un’ottima opzione per schermare il sole impedendo che entri nelle camere. Se non disponete di uno spazio che permette di installarle, è già qualcosa ricorrere alle persiane da tenere abbassate nelle ore più calde.

Le piante sono ottime alleate nei giorni brucianti. Non è un caso se nel deserto le oasi sono luoghi molto più freschi dell’ambiente circostante. Le piante più adatte sono bambù, areca, sansevieria, aloe vera e felci.

Se vivi in una casa suddivisa su più piani preferisci soggiornare a quelli bassi perché il calore tende a salire. E ovviamente evita si accendere il forno e la lavastoviglie quando sei nella stanza che li ospita in modo da non sopportare inutilmente un surplus di caldo. Un’altra idea è sostituire le lampadine con luci a led che non emettono calore (oltre ad abbassare anche i consumi).



Tratto da: www.designbuzz.it

Nessun commento:

Posta un commento

ISCRIVITI