ADI

Si chiama molto semplicemente Core perché va dritta al cuore delle cose, alla sostanza materiale nuda e cruda. È la nuova collezione immaginata da Oliver Whyte, al secolo Ross Oliver Whyte Robertson, base a Città del Capo e afflato internazionale.

Lo studio di design che dà vita a questa speciale serie di tavolini è infatti non solo multidisciplinare ma anche proiettato verso il mondo intero. D’altronde il design è questo che fa, dialoga con il passato, il presente e il futuro ma anche – forse soprattutto – con lo spazio. Che può essere pure quello geografico.

Così dalla punta dell’Africa in ogni angolo del mondo arriva la speciale serie Core che si compone di due coffee table e tre side table. Tutti si fondano su basi di robusto cemento di forme differenti ma sostanzialmente simili.

Alle strutture di cemento di sostegno si sovrappongono i ripiani che possono essere di legno o di vetro, a seconda dell’effetto finale che si vuole ottenere. Ma che comunque gioca con il contrasto tra pesante e leggero costruendo un delicato equilibrio.



Tratto da: www.designbuzz.it

Nessun commento:

Posta un commento

ISCRIVITI