ADI

Sembra una lampada da tavolo con quel suo paralume che la fa somigliare decisamente a una abat-jour e invece no, è una lampada da parete. Sorprendente, no? Si chiama Caleta e la firma David Pompa che ha immaginato un paralume molto classico nella concezione che anziché starsene su una base se ne sta a muro.

Un’altra sorpresa attende dopo il primo guardo perché il paralume intrecciato che sembra prendere a prestito una lavorazione molto tradizionale sceglie invece un materiale del tutto inconsueto, il pvc. Proprio così, tutta la lavorazione a intreccio è in pvc mentre la struttura di sostegno è in metallo.

Due i colori disponibili, in bianco o in nero, perché sono quelli che meglio lasciano spiccare forme e volumi, trafori ed effetti luminosi creati dalla lampada. Che, appunto, agganciandosi a parete crea un effetto di straniamento davvero insolito. E quindi un gioco di luci inaspettato.

In più si può utilizzare come pezzo unico oppure in combinazione con altri elementi a creare pareti luminose che intrecciano gli effetti di luce al pari degli intrecci di ciascun paralume. Che idea insolita, non trovate?



Tratto da: www.designbuzz.it

Nessun commento:

Posta un commento

ISCRIVITI