ADI

Yellow Brick Chair è senza dubbio il nome giusto per la poltrona immaginata da Sivak + Partners e che potete ammirare in foto. Un po’ rivisitazione del Tetris in chiave 3D, un po’ lezione di arte astratta, questa poltrona si fa notare ma offre anche una comodità che non ti aspetti.

Rivisita di sana pianta il concetto di poltrona unendo lo spunto della seduta al concetto architettonico e persino un po’ scultoreo per dare vita a una concatenazione di elementi geometrici ma rigorosamente morbidi.

Il contrasto tra geometrie esatte e asimmetrie con la morbidezza delle imbottiture, necessarie per ogni poltrona che si rispetti, dà un risultato finale di sicuro impatto. Senza trascurare, per l’appunto, l’aspetto della immancabile comodità. Pur sempre di poltrone per il relax stiamo parlando.

Di sicuro cattura l’attenzione sin dal primo sguardo e il colore, dal canto suo, aggiunge il lampo cromatico al dinamismo strutturale. Ce ne innamoriamo a prima vista e subito la immaginiamo come pezzo unico nel nostro salotto dalle tinte neutre.



Tratto da: www.designbuzz.it

Nessun commento:

Posta un commento

ISCRIVITI