ADI

Anche Mercanteinfiera sospende in via precauzionale la sua edizione primaverile del 2020, programmata dal 29 febbraio all’8 marzo. Ma l’appuntamento dedicato all’antiquariato, modernariato e collezionismo vintage non si è lasciato cogliere impreparato e trasloca i 45mila metri quadrati della fiera online. In attesa di tornare a giugno (dal 6 al 14) nei padiglioni del quartiere fiersitico di Parma, a partire dal 27 febbraio la kermesse si potrà visitare lo stesso, ma virtualmente. Infatti per un mese le foto dei pezzi che gli espositori avrebbero messo in mostra negli stand sono disponibili su Mercanteinfiera.it, sito nato in collaborazione con Antico-Antico, noto portale del settore.

«Per non disattendere le aspettative della nostra community mondiale di espositori, buyer e pubblico, anziché annullare un appuntamento di primo piano nel mondo dell’arte, abbiamo deciso di diventare il primo polo fieristico che migra lo show sulla piattaforma online che stavamo già sperimentando da alcuni mesi», spiega Antonio Cellie a capo di Fiere di Parma«Infatti già da due edizioni realizziamo un’anteprima con i pezzi che alcuni espositori vogliono svelare in anticipo. L’emergenza sanitaria in corso ha solo accelerato questo importante processo che andrà ad affiancare il classico evento. L’inaugurazione della manifestazione sul piano digitale vede un catalogo arricchito di quasi 25mila prodotti. Ma non ci fermiamo qui: stiamo lavorando per essere pronti a tornare a Fiere di Parma anche ad aprile qualora auspicabilmente la situazione sanitaria lo permetta».

Come funziona Mercanteinfiera.itBasta selezionare le preferenze merceologiche tra le 19 categorie presenti (come ad esempio antiquariato, ceramiche e maioliche, cornici, dipinti, vintage, gioielli e orologi), solo dopo aver fatto la propria scelta si scoprirà a quale espositore è abbinato il pezzo scelto.



Tratto da: design.repubblica.it/

Nessun commento:

Posta un commento

ISCRIVITI