Smalti semipermanenti: di cosa si tratta?

Smalto semipermanente di cosa si tratta

Quando si parla di smalti semipermanenti (come questi https://www.aleascosmetics.com/categoria-prodotto/unghie/smalti-semipermanenti/linea-non-stop-color/) si fa riferimento a quei prodotti professionali utili per realizzare manicure e nail art. La differenza che caratterizza questi smalti è il fatto che necessitino di una lampada uv oppure led affinché questi si asciughino. Non solo, pur considerando che anche lo smalto tradizionale necessita di una minima preparazione delle unghie, per quello semipermanente è importante effettuare un accurato trattamento dell’unghia e della zona che circonda il letto ungueale. Inoltre, lo smalto semipermanente consente di avere una manicure perfetta per lungo tempo, circa 15 giorni.

È importante considerare che lo smalto semipermanente non presenta la stessa resa estetica della ricostruzione gel. Quest’ultima, infatti, ha lo scopo di costruire ex novo un’unghia, allungandola e conferendogli una forma particolare mentre, un prodotto semipermanente colora l’unghia e non ne danneggia la superficie.

Quali sono i vantaggi dell’utilizzo di smalti semipermanenti

Preferire uno smalto semipermanente ha numerosi vantaggi rispetto all’utilizzo di un prodotto tradizionale. In primo luogo è opportuno valutare la durata della manicure. Se questa normalmente si aggira intorno ai 7 giorni, utilizzando il prodotto semipermanente questa risulta doppia, ovvero di 15 giorni circa.

Un’altra caratteristica è quella di ottenere, comodamente a casa e in poco tempo, un risultato professionale. Infatti, acquistando gli strumenti adeguati è possibile realizzare una manicure estremamente accurata e durevole nel tempo. Da annoverare tra i vantaggi dell’utilizzo degli smalti semipermanenti è la possibilità di scegliere smalti semipermanenti classici, semipermanente autolivellante oppure smalti gel semipermanenti in base al risultato che si desidera ottenere.

Infine, una delle peculiarità di questi prodotti è senza dubbio la resa estetica. Questa è gradevole, accurata e curata e permette di avere mani sempre curata anche per le persone meno pratiche o non usuali a rivolgersi ad estetiste ed onicotecniche.

Dove acquistarli e quali sono i più indicati

Acquistare smalti semipermanenti è semplice. Sono ormai numerosi i negozi online e offline dove è possibile reperire tutti i prodotti necessari per effettuare una manicure completa con applicazione dello smalto semipermanente. Pertanto, oltre ai classici fornitori di prodotti professionali, è possibile acquistare tutto l’occorrente su ecommerce specializzati, su Amazon e in molti altri shop online.

Non solo, anche presso numerose profumerie è possibile reperire tutti i prodotti e gli strumenti necessari. In sintesi, dunque per ciò che concerne l’acquisto, è possibile affermare che chiunque può trovare lo smalto semipermanente online e con esso tutto l’occorrente per effettuare la manicure, dalla preparazione dell’unghia al termine dell’applicazione dello smalto.

Quando si intende acquistare un set di smalti semipermanenti è inoltre necessario differenziare tra smalto semipermanente classici, smalto semipermanente autolivellante e smalti gel semipermanenti. Gli smalti semipermanenti autolivellanti sono infatti in grado di uniformare la superficie dell’unghia al fine di ottenere un risultato più omogeneo e privo di imperfezioni mentre quelli in gel garantiscono un effetto extra lucido. Pertanto, considerate questi caratteristiche è possibile scegliere il prodotto più indicato alle proprie necessità e ai propri gusti estetici.

Come si applicano

Applicare lo smalto semipermanente è un’operazione piuttosto semplice. Tuttavia a differenza dell’applicazione del normale smalto questo richiede più tempo. Per cominciare è quindi necessario preparare l’unghia. Per farlo dovrà essere utilizzato in prima battuta un detergente igienizzante. In seguito andranno idratate le cuticole con l’apposito prodotto e poi spinte con lo spingicuticole.

Dovrà poi essere regolata la forma dell’unghia e infine, impiegando un buffer, l’unghia dovrà essere opacizzata al fine di permettere allo smalto di aderire correttamente. Successivamente si dovrà procedere con l’applicazione della base non acida e poi di un primer incolore (in commercio sono disponibili prodotti 2 in 1, primer e top coat). Tale procedura è necessaria per qualsiasi tipologia di smalto semipermanente. Il primer andrà poi polimerizzato nella lampada UV o LED per 120 secondi.

Successivamente andrà steso lo smalto semipermanente applicando uno strato sottile ma il più omogeneo possibile e poi polimerizzato per 120 secondi. In base al risultato che si desidera ottenere dovranno quindi essere stesi altri strati di smalto i quali dovranno anch’essi essere polimerizzati usando una lampada LED o UV. Ottenuta l’intensità desiderata, è quindi necessario applicare il top coat e polimerizzarlo per 120 secondi. Infine, utilizzando un pads di cellulosa o cotone dovrà essere eliminata la parte oleosa degli smalti con uno sgrassatore apposito.

Similar Posts