Categorie
Casa

La detrazione fiscale per le zanzariere è possibile?

Se sei tra coloro che sono interessati a montare le zanzariere a casa sua o nella sua attività commerciale, probabilmente ti stai domandando se la detrazione fiscale per le zanzariere sia possibile o meno, se chi si occuperà della fornitura e del montaggio sia soggetto a certificazione GTOT da segnalare all’interno della fattura, ecc…
È qui presente una sorta di guida che ti aiuterà a rispondere a queste domande e a ottenere la detrazione fiscale per zanzariere senza necessariamente dover ricorrere a un commercialista.

Dunque se la tua domanda è rivolta a comprendere se le zanzariere siano un elemento inerente il risparmio energetico e quindi rientrino nelle detrazioni fiscali del 65%, la risposta è si.
Si tratta di un argomento di ampio interesse, perché sono tante le persone che vorrebbero intraprendere questa tipologia di lavoro a casa propria e sono dunque interessate a comprendere se abbiano o meno la possibilità di usufruire della detrazione del 65%; è un argomento che, al contempo, interessa anche i venditori, i quali, offrendo un servizio maggiore ai propri clienti, potrebbero incrementare le proprie vendite durante l’inverno senza necessariamente ricorrere a offerte promozionali o a scontistiche che spesso non sono per loro esattamente convenienti.
La detrazione fiscale riguarda inoltre le zanzariere plissettate.

Per avere la detrazione fiscale zanzariere è necessaria la fattura corretta

Affinchè un cliente possa usufruire della detrazione fiscale del 65% deve, tuttavia, essere in possesso di una fattura compilata correttamente e in modo completo dal venditore, nella quale devono essere necessariamente definiti i singoli prodotti acquistati.

Nella fattura è indispensabile pertanto che siano indicati:

  • la quantità di zanzariere vendute;
  • il tipo di prodotto che il cliente ha acquistato deve essere descritto sin nei minimi dettagli;
  • i metri quadrati totalmente occupati dalla zanzariera;
  • la classe del GTOT che è specificata sul certificato che viene emesso dagli enti ufficiali addetti;
  • l’orientamento della zanzariera relativamente ai punti cardinali, ovvero nord, sud, ovest, est.

Modalità di pagamento per avere la detrazione fiscale delle zanzariere

Nel caso il cliente intenda richiedere la detrazione per la sua impresa, non dovrà effettuare il pagamento complessivo per l’acquisto del prodotto con bonifico postale o bancario parlante. Al contrario, dovrà pagare con bonifico parlante chi non è titolare d’impresa. Per usare invece una modalità alternativa di corresponsione, ad esclusione dei contanti, potrà farlo esclusivamente mostrando ulteriore documentazione, come, ad esempio, una ricevuta di avvenuto pagamento tramite carta di credito o bancomat.

A prescindere dalla tipologia di pagamento, devono essere chiarite alcune informazioni, quali:

  • la causale del versamento con specificazione della detrazione fiscale zanzariere secondo l’art. 16 bis del Dpr 917/1986;
  • il codice fiscale del richiedente la detrazione fiscale zanzariere e quello del beneficiario del pagamento o la sua Partita Iva.
  • Data e numero della fattura.

Invio pratica all’ENEA

Per concludere del tutto e correttamente l’intera procedura, essendo la detrazione fiscale per le zanzariere un Ecobonus, la pratica deve essere obbligatoriamente inviata all’ENEA, ovvero all’ente preposto a questa funzione, entro novanta giorni dal termine dei lavori. Farà fede la data presente nella fattura di installazione.